Tag Archive: Francesco

La Passione degli Umbri (2021)

READ MORE

Crocifissi di legno tra Medioevo e Rinascimento

di Elvio Lunghi

f.to 17×24, 360pp., ill. b.n.

Con la nuova edizione riveduta ed ampliata de La Passione degli Umbri- Crocifissi di legno tra Medioevo e Rinascimento di Elvio Lunghi, l’Associazione Orfini Numeister pubblica il suo sessantunesimo volume.
Ci è sembrato importante segnare questo “giro di boa” riproponendo un tema caro all’Autore, ma anche particolarmente apprezzato dai nostri lettori, in una nuova veste grafica e tipografica che valorizzasse ancor più la suggestione del tema con le sue immagini – già in bianco e nero – e che volutamente si è scelto di lasciare così come erano state realizzate da Lunghi senza aggiornarle con nuovi scatti, proprio per rafforzarne l’efficace drammaticità dei volti e dei corpi emaciati e contorti dalla Passione.
Nei venti anni trascorsi dalla prima edizione, la ricerca dello storico dell’arte non si è mai fermata e ulteriori studi sono stati prodotti sull’argomento. Di questa ulteriore ricerca storica si avvale il volume attuale, che amplia l’indagine sulla storia dell’immagine del Cristo crocifisso tra i secoli XIII e XV, quando la Chiesa, con il Concilio di Trento, ha disposto misure di rinnovamento teologico e liturgico che hanno causato la sostituzione dei Crocifissi più antichi, la loro perdita o dispersione. La ricerca è ulteriormente arricchita dall’esame delle fonti letterarie e documentarie, in particolare attraverso il riscontro delle Visite pastorali delle principali Diocesi dell’Umbria, che consente all’autore il riscontro di quante di queste opere d’arte e di devozione si sono conservate e di quanto si è perduto.

Cesare Sermei pittore devoto nell’Umbria del Seicento (2015)

READ MORE

COPERTINA-SERMEIx-webElvio Lunghi  Paola Mercurelli Salari

(22×24, 282 pp., 200 ill. color)

Il Seicento ad Assisi non è stato per l’arte il secolo più importante.
Fu anzi un secolo decisamente chiuso, che fece quadrato contro gli
artisti forestieri concentrando in poche mani la gran parte delle
commissioni scaturite dal rinnovamento degli interni ecclesiastici in
età tridentina. Il secolo si era aperto con la conclusione delle
numerose fabbriche intraprese nel Cinquecento, che inizialmente vi
portarono da Perugia e da Roma maestri forestieri, per poi limitarsi
all’attività di pochi attivissimi pittori locali riuniti intorno alla figura
carismatica di Cesare Sermei: originario di Città della Pieve, giunto
ancor giovane ad Assisi per lavorare nel cantiere della basilica di
Santa Maria degli Angeli e poi stabilitosi in città, acquisendone la
cittadinanza e trascorrendovi l’intera esistenza. […]
In un momento di evidente crisi per le vivaci polemiche all’interno
dell’Ordine, Sermei compì il miracolo di lavorare per i diversi rami in
cui si era divisa la famiglia francescana, e lo fece sia ad Assisi che in
altre città dell’Umbria, riuscendo nell’intento di ricomporre in
immagine unitaria un puzzle decisamente scomposto